Cerca

Archivio

TAG

WORLD SLEEP DAY 17 MARZO 2017: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PER TUTTI?

WORLD SLEEP DAY 17 MARZO 2017: PERCHE’ E’ IMPORTANTE PER TUTTI?

13/03/2017

1397 views

Semplicemente perché tutti dormono! Nel bisogno di dormire siamo tutti uguali, non importa da dove veniamo, che lingua parliamo, quale sia il nostro credo religioso o la nostra squadra del cuore. Non importa se siamo uomini o donne, genitori, figli o nonni, se siamo da soli o in compagnia, ricchi o poveri. Di fronte al sonno siamo tutti uguali: tutti ne abbiamo bisogno e tutti possiamo avere problemi relativi alla mancanza o all’eccesso di sonno o magari alle sue patologie. Individuare le ragioni per cui il sonno è di bassa qualità o magari non è sufficiente, significa vivere in salute, lavorare o studiare meglio, essere sportivi migliori, genitori, colleghi e partner migliori ma anche migliorare l’umore, le performance sportive e la nostra vita intima. 


Sempre più specializzazioni mediche indagano il legame tra sonno e patologie fisiche e psichiche: dalla pediatria alla neurologia, dall’oncologia all’endocrinologia, dalla medicina estetica alla medicina dello sport, passando attraverso ginecologia, nutrizione clinica, psicologia e psichiatria. Il sonno influenza ogni aspetto della nostra vita, positivamente, se dormiamo bene e negativamente se invece dormiamo male. Ecco perché la Giornata Mondiale del Sonno,evento organizzato dall'Associazione Mondiale di Medicina del sonno per celebrare i benefici di un sano e buon riposo e per far conoscere i problemi provocati dalla sua assenza, viene celebrata in tutto il mondo, di solito il venerdì prima dell’equinozio di primavera e dunque ogni anno ha una data diversa. La prima giornata mondiale del sonno è stata istituita nel 2008 ed aveva come slogan “Dormi bene, vivi sveglio”. Gli elementi essenziali di una buona dormita sono fondamentalmente tre: la durata, l'assenza d'interruzioni e la profondità.


Per il nostro benessere è quindi indispensabile prestare attenzione a piccoli dettagli come la temperatura della stanza, i rumori, la lontananza da dispositivi elettronici e la comodità del materasso. Secondo le statistiche, il 45% della popolazione mondiale soffre di disturbi del sonno e in Italia sono 12 milioni coloro che non riposano bene e 4 milioni le persone che soffrono di insonnia cronica.

Precedente Successivo

Cerca

Archivio

TAG